Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa vivere un’esperienza positiva sul nostro sito.
Cliccando OK ci confermi che sei d’accordo con l’utilizzo dei cookie a tale scopo. OK APPROFONDISCI

Mario Almondo

Campione del Mondo di Formula 1
Scuderia Ferrari

Mario Almondo


Mario Almondo (Torino, 17 settembre 1964) è un ingegnere italiano. Dopo essere stato l’ultimo direttore tecnico vincente in Ferrari, C.O.O. e Senior Vice President ed H.R Director per il gruppo Ferrari, oltre consulente e imprenditore attivo per diverse start up, è ora Presidente e amministratore delegato del gruppo Brembo in Cina Far East.

Dopo gli anni dell’adolescenza trascorsi a Parma, Almondo si è laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria delle tecnologie industriali con indirizzo economico-organizzativo.

Arriva in Ferrari nel 1991, dapprima nella divisione Gran Turismo in qualità di responsabile tecnologie e industrializzazione meccanica, assemblaggio, fonderia e sale prova motori. Dopo due anni entra a far parte dell’Ufficio del personale e nel 1995 approda alla divisione sportiva della scuderia in qualità di direttore industriale. Nel settembre 2005 diviene direttore del personale e dell’organizzazione.

Nel novembre 2006 è promosso a capo della direzione tecnica, a cui fa capo la direzione autotelaio (allora guidata da Aldo Costa) e la direzione motori (guidata allora da Gilles Simon).

Nel 2007 è stato il direttore tecnico della Scuderia, e fino al 2009 ha ricoperto l’incarico di Direttore delle Operazioni della Scuderia Ferrari. Nel settembre 2011 è stato nominato responsabile della Direzione Processi Produttivi della Gestione Gran Turismo.

Per oltre vent’anni alla Ferrari. Laurea in Ingegneria gestionale al Politecnico di Milano, in azienda dal 1991, fino al 2005 si è occupato di Qualità per poi diventare capo del personale e dell’organizzazione, direttore tecnico della scuderia di Formula uno, responsabile della pianificazione economica, di quella produttiva e dell’organizzazione interna. Nel settembre 2011 è stato nominato responsabile della Direzione processi produttivi della gestione Gran Turismo. Ha lasciato la Ferrari nel febbraio 2013.

Oggi, è consulente in ambito industriale e strategico e imprenditore di start-up.